7. Grande Mago

(Romanzo breve disponibile in prosa e in versi – 121.000 caratteri, spazi inclusi)

COME È NATO
La stesura di Grande Mago, realizzata tra il marzo e l’ottobre del 2007, ha rappresentato l’esperienza di scrittura più drammatica che abbia mai vissuto. La storia che nasceva mentre scrivevo mi sorprendeva e mi annichiliva, insieme ad Antonia, io narrante, ho vissuto esperienze durissime, con gli uomini, con la madre, con la sorella che mi hanno provato quasi fossero reali.

SINOSSI
Scritto in versi e successivamente riscritto in prosa, è la narrazione della vicenda di Antonia, io narrante, Clara, Maria, Gim (tutti tra i 35 e i 40 anni) e due ragazzi più giovani i quali, per una serie di circostanze si incontrano una notte in riva a un laghetto artificiale in un parco metropolitano. Maria e i 2 ragazzi stanno pagaiando in canoa nel laghetto mentre Antonia, Clara e Gim stanno girovagando per il parco proseguendo un lungo scambio di confidenze iniziato a casa di Antonia. Clara ha lasciato la propria casa quel pomeriggio in quanto il marito ha scoperto una sua relazione con un altro uomo. Quasi contemporaneamente Gim, amante di Antonia, è stato scoperto dal proprio figlio insieme alla donna e denunciato alla moglie. L’occasione è per una cruda analisi dei propri individuali itinerari di vita. Il momento chiave della vicenda è il lungo colloquio tra Maria (allevata in un orfanotrofio) e Antonia (con madre egocentrica e insicura e padre fragile e di fatto succube della moglie) a proposito della famiglia, dell’ingombrante incidenza delle figure genitoriali sulla propria personalità e della speranza di riuscire a conoscersi e a vivere in equilibrio recuperando una qualità schiacciata dagli eventi dell’esistenza: l’ironia.

ESTRATTI

Dal Cap. II “Gim”Quanto volte gli ho proposto di venire a casa mia. Gim non ascolta, preferisce una stanzetta, microscopica, senza finestre, nell’appartamento di un collega, che apre la porta guardando fisso in terra e corre ad asserragliarsi in cucina, la porta ben chiusa, la musica ad alto volume. Non serve, noi siamo silenziosi, una carezza sulla testa calva, mentre sospira appena, senza quasi muovere il grande corpo candido.

Dal Cap. III “Adulteri”Clara siede sul sedile del gabinetto, chiusa in un aristocratico asciugamano di pizzo che lascia scoperte per intero le lunghe gambe bianche. Riluce trionfante, dentro la nebbiolina dei vapori della doccia, contro la mia nudità senza eccellenza, davanti a Gim, precariamente seduto sull’angolo della vasca, la camicia e i pantaloni che fumano umidità.

Dal Cap. IV “Maria”“Siamo dei canoisti, è deciso che si sta insieme sino al termine della bella stagione, dopo si vedrà”. Ha risposto per tutti Lele. “E’ stata lei a pensare a questa cosa di notte, inizialmente avevamo paura, i custodi del parco, i guardoni, i violenti. Dopo, lì, in acqua, ci siamo sentiti difesi, al sicuro, così torniamo quando possiamo. E’ straordinario, il silenzio, la notte, ed è incredibile quando piove forte, non potete immaginare il fracasso dell’acqua che cade nell’acqua, urliamo nella pioggia, battendo le pale dei remi sulla superficie del laghetto.

Dal Cap. V “Antonia”Mio padre mi aveva sopravvalutato, non sapeva che non avevo difese, sua moglie, mia madre dilagava senza ostacoli nella mia intimità, era sufficiente una distrazione, la guardia casualmente abbassata e lei entrava, penetrante, per installarsi, come una spina, con la faccina da cocker, lo scialletto sulle spalle per invecchiarsi anzitempo, i piedini nelle babbucce di cotone ben saldate alle pattine da cera. Stava lì, con il piccone saldo tra le mani bianche, indefessa nell’opera di demolizione, di destrutturazione, direbbero gli specialisti, la disconferma continua, l’assenza di ogni gratificazione.

PUBBLICAZIONI
Nessuna pubblicazione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...