3. Upolu

(Romanzo di fantascienza – 420.000 caratteri spazi inclusi)

COME È NATO
Dopo sedici anni di interruzione iniziata nel 1985, durante i quali avevo disordinatamente scritto qualche incipit, un po’ di capitoli qua e là, qualche diario e un romanzo incompiuto, nel 2001, credo che fosse primavera, mi trovavo, per motivi di lavoro, in piazza dell’Unità a Trieste. Era l’ora di pranzo e ho deciso di sedermi per un piatto veloce a un tavolo del celebre Caffè degli Specchi e lì, senza preavviso, né segni premonitori né tantomeno senza alcuna programmazione, ho iniziato a scrivere su una pagina vuota dell’agenda. Da lì è nato Upolu, l’unico romanzo di fantascienza che abbia mai e che ha avuto soprattutto il merito di riavviare una carriera letteraria che sembra ormai incenerita

SINOSSI
Tre capitoli per tre località geografiche: Monza, Larnaka e Upolu. Se l’ubicazione di Monza è ben nota, Larnaka è una città della Repubblica di Cipro, mentre Upolu è l’isola principale delle Isole Samoa. In quel tempo, siamo nel 2080 circa, i viaggi di lungo percorso di merci e passeggeri sono ormai effettuati esclusivamente a mezzo treni iperveloci che corrono dentro gallerie lunghe migliaia di chilometri, tre grossi carrier ferroviari si contendono questo business, tutti gestiti da capitani d’industria nati verso gli anni ’90 del ventesimo secolo, vegliardi novantenni molto attivi e molto attaccati alle loro posizioni di potere. Il protagonista, Peter Sandri, dirigente di classe “A” della società di consulenza top del settore, viene avviluppato in una complessa vicenda di competizione e prepotenze imprenditoriali, durante la quale si trova a vivere intensamente il lavoro e la vita degli scavatori delle gallerie, sino al finale, a bordo di una talpa che naviga centinaia di metri sotto il livello del suolo, quando tutti i nodi dell’inadeguatezza tecnica di determinate soluzioni di scavo e la durezza dell’antagonismo tra i padroni delle linee ferroviarie portano a un disastro epocale nel quale Sandri si troverà completamente coinvolto

ESTRATTI

Dal I capitolo “Monza”“Ecco,….tra un anno,…forse meno, avremo ad Upolu un incrocio di 5 linee,…un gigantesco hub,…la cui costruzione è già iniziata nel sottosuolo del lago Lanoto’o,…una enorme stazione, che, compreso lo spazio per lo smistamento veloce, occuperà sottoterra un’area di venti chilometri quadrati,…e tutto,…Signori,…linee ferroviarie e hub, sono di Railways Lines

Dal II capitolo “Larnaka”“….. Sa, Sandri, negli anni mi sono convinto che veramente McKenzie sia stato il principale promotore di tutto questo. Molti hanno cercato di svilire il suo contributo cassando le celebri frasi della sua tesi universitaria come il frutto del vaneggiamento di uno studente presuntuoso, parole casuali, è stato detto, in un contesto che non delineava affatto né una idea precisa né tantomeno un progetto realistico. Non è vero, ha mai letto quel documento? E’ straordinario, prefigurava con esattezza moltissime delle caratteristiche dell’odierna rete merci ferroviaria sotterranea, l’enorme capacità di carico, l’estrema rapidità dei convogli, la possibilità di costruire tunnel sub-oceanici e l’estrema flessibilità della rete in virtù del sistema di scomposizione e ricomposizione dei convogli in velocità

Dal III capitolo “Upolu”Dall’alto della volta, mescolati a potenti getti di terra e acqua, precipitano pietre di ogni dimensione, una delle due schiene laterali, spinta dalla pressione di un potente groviglio di fango e roccia, si è incurvata verso l’interno, occupando ormai quasi un terzo dell’intero spazio disponibile. Sulla superficie della zona di rispetto, sino a pochi secondi fa piatta e liscia, si sono formati cumuli alti dieci metri che, anche a causa dell’ambiente impregnato di polvere e fango, impediscono di vedere a pochi metri di distanza.

PUBBLICAZIONI
Nessuna pubblicazione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...